Ospedale San Cataldo di Taranto, al via il bando di gara

Parte la gara per la realizzazione del nuovo “Ospedale S. Cataldo di Taranto”, che prevede un numero complessivo di 715 posti letto.

Il bando di gara, pubblicato da Invitalia, in qualità di Centrale di Committenza per conto della ASL di Taranto, è consultabile sulla piattaforma telematica Gare e Appalti con tutta la documentazione tecnica e legale.

La base di gara parte da 161,7 milioni di euro per un investimento complessivo per la realizzazione del nuovo ospedale che ammonta a 207,5 milioni. Le proposte dei partecipanti saranno valutate con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.
Il termine per la presentazione delle offerte è fissato alle ore 10.00 del 02 ottobre 2018.

La struttura sarà ubicata in Via A. Sordi, nel quartiere Solito – Corvisea, sulla direttrice verso Grottaglie e vicino all’area già interessata dai lavori per la realizzazione della Tangenziale Sud Taranto – Avetrana: si tratta di un’area di circa 31.000 mq, a ridosso del centro abitato di Taranto e fuori dal nucleo urbano più congestionato.

Gli atti di gara, elaborati da Invitalia, sono stati preventivamente esaminati dall’ANAC, nell’ambito del Protocollo di Vigilanza Collaborativa stipulato con la Regione Puglia.

A tal fine, nell’ambito dei dettami previsti dal Nuovo Codice degli Appalti, sono stati scelti criteri di valutazione particolarmente innovativi, focalizzati su tematiche quali la salvaguardia dell’ambiente e della salute, il coinvolgimento del tessuto territoriale costituito da piccole e medie imprese, l’adozione di misure di legalità.

In tal senso, saranno valutati positivamente gli operatori che, nell’esecuzione dei lavori, si impegneranno a garantire:

  • un elevato coinvolgimento delle micro, piccole e medie imprese o imprese di nuova costituzione
  • un elevato coinvolgimento di giovani professionisti
  • l’utilizzo di materiali da costruzione e forniture da filiera corta o chilometro zero
  • l’adozione di misure, principi etico/sociali e/o di governance volti a garantire la trasparenza, la correttezza ed il perseguimento dei massimi standard di legalità
  • un minore impatto sulla salute e l’ambiente e le migliori condizioni di organizzazione e sicurezza
  • modalità operative di organizzazione, gestione e ottimizzazione del cantiere
  • la risoluzione di possibili interferenze durante la gestione del cantiere e per la salvaguardia dell’ambiente.

L’intervento per il nuovo ospedale è previsto dal CIS – Contratto Istituzionale di Sviluppo – di Taranto, di cui Invitalia è soggetto attuatore.

 

FONTE: INVITALIA